Seleziona una pagina

INFORMATIVA COVID RIGUARDO AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

(D. LGS 196/2003 – ART. 13 REG. UE 2016/679)

per il trattamento dei dati personali dei soggetti, che durante l’emergenza COVID-19, accedono ai locali e agli uffici dell’Azienda

In rispetto del D.lgs n.196 del 2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” e ss.mm.ii. e del “Regolamento Europeo 2016/679” (GDPR), Le forniamo le seguenti informazioni:

a) TITOLARE DEL TRATTAMENTO

Il Titolare del Trattamento dei dati è Attilio Navalesi Via Renato Fucini 49, 56127 Pisa . P.IVA 01993660503. Tel. 0508667990. E-mail: attilio.navalesi@gmail.com Pec: attilionavalesi@pec.it,  nella persona del legale rappresentante.

b) INTERESSATI

  • il personale di A.T.E.S.. Rispetto a tali interessati, la presente informativa integra quella già fornita per il trattamento dei dati personali funzionale all’instaurazione e all’esecuzione del rapporto di lavoro;

  • i fornitori, i trasportatori, gli appaltatori, visitatori e ogni altro soggetto terzo autorizzati ad accedere ai locali e agli uffici di A.T.E.S. o ad altri luoghi comunque a quest’ultima riferibili. Si fa presente che i soggetti esterno all’Azienda di norma non entrano nei locali.

c) FINALITÀ DEL TRATTAMENTO

I dati personali e particolari sono trattati dal titolare:

  • Prevenzione dal contagio da COVID-19

  • Tutela della salute delle persone in azienda

  • Collaborazione con le autorità pubbliche e, in particolare le autorità sanitarie

d) TIPOLOGIA DI DATI TRATTATI

I principali dati trattati sono i seguenti:

  1. Dati identificativi e relativi alla presenza presso l’Azienda (ingresso, uscita, ecc.)

  2. Attestazione di non aver avuto contatti con soggetti positivi o sottoposti in quarantena senza informazioni aggiuntive in merito alle specificità dei luoghi (come da autocertificazione)

    In caso di malessere all’interno della struttura potranno essere trattati i seguenti dati:

  • Temperatura corporea rilevata in tempo reale, senza registrazione o conservazione, salvo l’ipotesi di cui al seguente punto

  • Dati identificativi e registrazione del superamento della soglia di temperatura solo qualora sia necessario a documentare le ragioni che hanno impedito la permanenza negli stessi; nonché, in tale caso, la registrazione dati relativi all’isolamento temporaneo, quali l’orario di uscita e le circostanze riferite dall’interessato a giustificazione dall’uscita dall’isolamento temporaneo

In più per i dipendenti:

  1. Situazioni di pericolo di contagio da Covid-19, comprese quelle riferite o dichiarate dall’interessato, compresi dati relativi allo stato di salute, quali, a titolo esemplificativo, la presenza di sintomi influenzali, provenienza/non provenienza dalle zone a rischio epidemiologico, negli ultimi 14 giorni, contatti con soggetti risultati positivi al COVID-19, senza informazioni aggiuntive in merito alle specificità dei luoghi o informazioni aggiuntive in merito alla persona risultata positiva con cui si è avuto contatto

  2. Dati relativi allo stato di salute riguardanti la “avvenuta negativizzazione” del tampone Covid-19

  3. Eventuali situazioni di fragilità comunicate al datore di lavoro dal medico competente; si ricorda che viene comunicata esclusivamente la ricorrenza di eventuali situazioni di “fragilità e patologie attuali o pregresse”, con l’obiettivo di richiedere una particolare protezione per I soggetti fragili, senza specificare i dettagli relativi alle “fragilità e patologie attuali o pregresse”

e) BASE GIURIDICA DEL TRATTAMENTO E NON NECESSITÀ DEL CONSENSO AL TRATTAMENTO DEI DATI

La base giuridica che fornisce legittimità ai trattamenti di dati effettuati è ravvisabile nei provvedimenti normativi emanati per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19. In particolare:

MOTIVO DI INTERESSE PUBBLICO:

  • Protocolli di sicurezza anticontagio ai sensi dell’art. art. 1, n. 7, lett. d) del DPCM 11 marzo 2020, in particolare Protocollo Condiviso 14 marzo 2020, Protocollo 24 aprile 2020 e successive integrazione e modificazioni

  • Dpcm 3 novembre 2020. Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, convertito, con modificazioni, dalla legge 25 maggio 2020, n. 35, recante «Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19», e del decreto-legge 16 maggio 2020, n. 33, convertito, con modificazioni, dalla legge 14 luglio 2020, n. 74, recante «Ulteriori misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19»

  • Dpcm 7 agosto 2020 recante ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, recante misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19, e del decreto- legge 16 maggio 2020, n. 33, recante ulteriori misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19

  • Decreto-legge 30 luglio 2020, n. 83 recante Misure urgenti connesse con la scadenza della dichiarazione di emergenza epidemiologica da COVID-19 deliberata il 31 gennaio 2020

OBBLIGO DI LEGGE:

  • Adempimenti previsti dal D.Lgs. 81/08 in materia di salute e sicurezza sul lavoro (in particolare art. 20)

  • Art. 32 Costituzione

  • Art. 2087 C.c.

Stante la base giuridica di cui ai punti precedenti, il trattamento può essere effettuato senza il consenso dell’interessato.

Conseguenze in caso di rifiuto di rilevamento o di fornitura dei dati

Il conferimento dei dati è facoltativo, l’eventuale rifiuto a fornirli in tutto o in parte può dar luogo all’impossibilità per il titolare di consentirle l’accesso ai locali. Il conferimento dei dati richiesti nell’autodichiarazione ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR 445/2000 per l’accesso ai locali è obbligatorio. In caso di mancato conferimento, non sarà possibile accedere ai locali dell’Azienda.

f) MODALITÀ DI TRATTAMENTO DEI DATI

Il trattamento sarà effettuato sia con strumenti manuali e/o informatici e telematici con logiche di organizzazione ed elaborazione strettamente correlate alle finalità stesse e comunque in modo da garantire la sicurezza, l’integrità e la riservatezza dei dati stessi nel rispetto delle misure organizzative, fisiche e logiche previste dalle disposizioni vigenti.

Il trattamento è svolto direttamente dall’organizzazione del titolare, che individua i soggetti preposti al trattamento e fornisce loro le istruzioni necessarie. A tal fine, si ricorda che i dati possono essere trattati esclusivamente per finalità di prevenzione dal contagio da COVID-19.

In caso di isolamento momentaneo dovuto al superamento della soglia di temperatura, tali dati potranno essere registrati solo qualora sia necessario a documentare lo stato, masi assicurano modalità tali da garantire la riservatezza e la dignità dell’utente.

Tali garanzie saranno assicurate anche nel caso in cui il lavoratore comunichi all’ufficio responsabile, di aver avuto, al di fuori del contesto lavorativo, contatti con soggetti risultati positivi al COVID-19 e nel caso di allontanamento del lavoratore che durante l’attività lavorativa sviluppi febbre e sintomi di infezione respiratoria. Il trattamento verrà effettuato allinterno dell’Azienda e delle sue pertinenze, dal personale dipendente autorizzato del trattamento in relazione alle mansioni istituzionali ricoperte.

I soggetti preposti al trattamento riceveranno adeguate istruzioni operative e dovranno seguire le misure di sicurezza e organizzative adeguate a proteggere i dati.

g) LUOGO DEL TRATTAMENTO DEI DATI

I dati saranno trattati nell’ambito dell’Unione Europea.

h) COMUNICAZIONE E DIFFUSIONE

I Suoi dati personali non saranno comunicati all’esterno al di fuori delle specifiche previsioni normative (es. in caso di richiesta da parte dell’Autorità sanitaria per la ricostruzione della filiera degli eventuali “contatti” stretti di un soggetto risultato positivo al COVID-19”). I dati possono essere comunicati alle pubbliche autorità. I Suoi dati personali non saranno in alcun modo oggetto di diffusione.

i) TEMPO DI CONSERVAZIONE DEI DATI

I dati identificativi e il superamento della soglia di temperatura, registrati solo qualora sia necessario a documentare le ragioni che hanno impedito l’accesso o la permanenza all’interno dei locali, nonché le informazioni relative all’isolamento temporaneo sono conservati fino al termine dello stato d’emergenza previsto dalle autorità pubbliche competenti. Nessuna registrazione e/o conservazione è effettuata nel caso di mancato superamento della soglia di temperatura. È fatta salva la conservazione per un periodo superiore in relazione a richieste della pubblica autorità. È fatta salva la conservazione dei dati personali, anche particolari, per un periodo superiore, nei limiti del termine di prescrizione dei diritti, in relazione ad esigenze connesse all’esercizio del diritto di difesa in caso di controversie.

Nel caso delle autodichiarazioni rese ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR 445/2000, i moduli contenenti informazioni rilevanti per la prevenzione della diffusione del contagio da Coronavirus/COVID-19 e per l’implementazione dei protocolli di sicurezza anti-contagio all’interno dell’azienda, saranno conservati per un tempo massimo di 30 giorni dalla raccolta.

l) DIRITTI DELL’INTERESSATO

In relazione ai dati oggetto del trattamento di cui alla presente informativa all’interessato è riconosciuto in qualsiasi momento il diritto di:

  • ricevere conferma dell’esistenza dei propri dati personali, conoscere le finalità del trattamento o il loro ambito di circolazione e accedere al loro contenuto;

  • chiedere di aggiornare, modificare e/o correggere i propri dati personali;

  • chiedere la cancellazione dei propri dati personali trattati. Ai sensi dell’articolo 17, comma 3 del GDPR, il diritto alla cancellazione non si applica qualora il trattamento sia necessario per l’esercizio del diritto alla libertà di espressione e informazione, per l’adempimento di un obbligo legale per l’accertamento, l’esercizio o la difesa di un diritto in sede giudiziaria;

  • chiedere la trasformazione in forma anonima, il blocco dei dati trattati in violazione di legge o la limitazione del trattamento dei tuoi dati personali;

  • opporsi per motivi legittimi al trattamento, compresa l’eventuale profilazione;

  • opporsi al trattamento di dati a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale;

  • revocare il consenso, ove prestato, senza pregiudizio per la liceità del trattamento basata sul consenso prestato prima della revoca;

  • ricevere copia dei dati forniti e chiedere che tali dati siano trasmessi ad un altro titolare del trattamento.

L’esercizio dei premessi diritti può essere esercitato mediante comunicazione scritta o comunicazione da inviare all’indirizzo e-mail attilio.navalesi@gmail.com

Ha inoltre diritto di:

  • proporre reclamo o segnalazione all’Autorità Garante per la Protezione dei dati personali;

  • proporre un ricorso giurisdizionale effettivo nei confronti dell’autorità di controllo;

  • proporre un ricorso giurisdizionale effettivo nei confronti del titolare o del responsabile del trattamento;

  • di dare mandato a un organismo, un’organizzazione o un’associazione senza scopo di lucro per l’esercizio dei suoi diritti;

  • di richiedere il risarcimento dei danni conseguenti alla violazione della normativa.