Seleziona una pagina

Lo studio Navalesi, commercialisti di Pisa,  vi informa che il mese di settembre 2021 è ricco di scadenze fiscali: Pagamenti di imposte, cartelle di pagamento, Iva e Irap.

Ricominceranno innanzitutto a decorrere i termini delle cartelle di pagamento, sospese ad agosto a causa della Pandemia.

Scadranno anche gli ISA (acronimo di Indici Sintetici di Affidabilità, relativi a imprese e liberi professionisti); le imposte sui redditi e, naturalmente, l’Iva e l’Irap.

Lo studio commerciale Navalesi vi ricorda che in agenda è anche la scadenza relativa alla presentazione del 730. Qui di seguito, il riepilogo di tutte le scadenze di settembre 2021.

Cartelle di pagamento, pignoramenti, ipoteche e fermi amministrativi

Grazie all’intervento del Governo, le cartelle esattoriali sono state sospese fino a settembre. A partire da questo mese però, I termini di scadenza dei pagamenti riprendono a decorrere e bisognerà provvede al saldo. In alcuni casi si tratta di bolli auto arretrati, di multe non pagate. In altri la cartella può riguardare tasse non pagate verso lo Stato.

Contributi a fondo perduto per i lavoratori stagionali

Se sei un lavoratore stagionale? Il 2 Settembre 2021 scade il termine per la richiesta di contributi a fondo perduto in tuo favore. Si tratta dell’aiuto introdotto dal Decreto Sostegni Bis, erogato il base alla diminuzione dei ricavi nel periodo indicato nel provvedimento. Chi non riesce a fare domanda entro il termine può attendere l’erogazione dei nuovi contributi per il settore Turismo, ancora al vaglio del Governo. Lo studio commerciale Navalesi di Pisa è al vostro fianco per aiutarvi.

ISA: le scadenze Iva e Irap

Entro il 15 Settembre i soggetti ISA (tra cui i soci di Srl o Snc; i collaboratori per imprese familiari; i contribuenti con regime fiscale forfettario e i lavoratori in mobilità) dovranno provvedere al saldo di Iva e Irap, tuttavia, senza aggiungere ai versamenti gli interessi o lo 0,40%.

Dichiarazione dei redditi 2021

Non hai ancora presentato la dichiarazione dei redditi? Quest’anno hai tempo fino al 30 Settembre. Puoi presentare il 730 tramite il modello precompilato predisposto dall’Agenzia delle Entrate o tramite il tuo commercialista. Giova ricordare che, come ogni anno, sarà eseguito un conguaglio Irpef se il contribuente è a credito o a debito con il Fisco.

Le fatture elettroniche

Stesso termine, ovvero il 30 Settembre, è stabilito per la fatturazione elettronica. E ancora, sempre riguardo alle fatture inviate la Fisco in forma telematica, entro il 30 settembre bisogna saldare le imposte di bollo sulle fatture elettroniche emesse nel primo semestre 2021.

Imu: il ravvedimento operoso

Chi non avesse pagato la prima rata Imu 2021 entro la scadenza del 16 giugno può regolare la propria posizione con l’Agenzia delle Entrate fino a martedì 28 settembre. E’ prevista una mini sanzione pari allo 0,1% di quanto dovuto, per ogni giorno di ritardo fino a 14 giorni dalla scadenza. Fino ai 30 giorni di ritardo, la sanzione sale all’1,5%, per arrivare all’1,66% per un ritardo fino a 90 giorni.

Sperando di esservi stai utili lo studio Navalesi, commercialisti di Pisa, è sempre a vostra disposizione.